Notizie

Il Sole 24 Ore - La birra piace sempre più agli italiani. Non solo d’estate ma 12 mesi all’anno. Le vendite crescono infatti anche nei mesi freddi: +6% negli ultimi tre mesi del 2018 rispetto all'anno precedente.

 

A fotografare l'evoluzione dei consumi è l'ultima edizione di AssoBirra Monitor, il report sull'andamento delle vendite delle imprese aderenti ad AssoBirra (associazione che raccoglie circa 40 associati tra grandi, medi e piccoli birrifici insieme con le 2 malterie), rappresentativa di più del 90% della produzione nazionale e del 71% di birra immessa al consumo nel nostro Paese.

Crescono anche le imprese brassicole
Balzo del 55% per le imprese brassicole e del 16% dell'occupazione nel periodo 2015-17. Lo rende noto Unionbirrai, spiegando che le imprese del comparto sono passate da 649 a 1.008, mentre i lavoratori sono invece saliti da 7.893 a 9.126. Per il prossimo triennio si prevede un ulteriore crescita di occupati del 10%. L'associazione dei microbirrifici segnala inoltre che nella penisola i birrifici con più di 50 addetti sono l'1,5% del totale, mentre quelli con meno di cinque rappresentano l'84%.Il presidente di Unionbirrai, Vittorio Ferraris, guarda al futuro con ottimismo: “Grazie al nuovo regime fiscale l'intero comparto potrà risparmiare circa 6 milioni di euro di tasse all'anno da poter reinvestire nel settore per l'ottimizzazione e l'incremento della produzione”.

Rimini vetrina internazionale
Le specialità del settore e le novità saranno al centro della quinta edizione di Beer Attraction, dal 16 al 19 febbraio alla Fiera di Rimini. Un salone che si rivolge esclusivamente agli operatori professionali della filiera: solo la giornata inaugurale è aperta anche al mondo dei beer lovers. Con oltre 600 aziende, e un aumento da sette a dieci padiglioni, la manifestazione di Italian Exhibition Group (in collaborazione con Unionbirrai) è diventata punto di riferimento per tutti gli operatori anche del food service.

>Continua