Arianna Errante, Marketing Director ZINI Prodotti Alimentari Spa

Quanto è importante tornare a fare business in presenza in fiera?

Zini ci crede da sempre; é stato difficile fermarsi ma altrettanto entusiasmante ripartire in presenza e Zini, anche questa volta, parteciperà con un atteggiamento proattivo. Zini predilige il contatto diretto con i propri partner commerciali, nazionali e internazionali; la fiera rappresenta un momento di confronto che ci permette di lavorare per trovare soluzioni e nuove proposte. Crediamo ancora nel valore di uno sguardo, di una stretta di mano, di un'empatia che solo di persona può nascere o consolidarsi, e questo vale sia per il nostro team che per i nostri stakeholders. E poi, riteniamo che il modo migliore per raccontare i nostri prodotti, sia quello di farli assaggiare, sempre con le necessarie misure di sicurezza in tema covid.

Qual è il motivo che vi spinge a partecipare a Beer&Food Attraction?

Zini partecipa per la prima volta all'edizione 2022 di Beer&Food Attraction; ne abbiamo seguito l'evoluzione nel corso degli ultimi anni e riteniamo, anche in virtù del target nazionale ed internazionale, di poter dare il nostro contributo in termini di offerta con soluzioni che strizzano l'occhio a quei momenti di ristorazione moderna, più 'smart'.

L’Out Of Home è cambiato e marzo è il momento per presentare le novità sul mercato. Quanto è importante la vetrina di Beer&Food Attraction per incontrare gli operatori professionali e continuare a fare business?

Per proporre soluzioni in termini di concept e di prodotto, bisogna intercettare le necessità del mercato e quindi essere presenti in fiera diventa per noi un momento fondamentale. La pandemia ha cambiato ancora le abitudini di consumo, il cliente è sempre più attento nella scelta dei prodotti anche nei contesti di ristorazione, prediligendo prodotti italiani, da filiere controllate, con un'etichetta pulita e con solo gli ingredienti che servono quindi... Zini non può mancare!